Intraprendere la carriera diplomatica: quali le opportunità e da dove incominciare?

Sei un appassionato di relazioni internazionali? Lavorare in ambito internazionale è una delle tue ambizioni? In questo articolo cercheremo di fornirti alcuni suggerimenti su una delle più brillanti e soddisfacenti carriere affini ai tuoi interessi: la carriera diplomatica.
All’interno di un contesto globale nel quale le relazioni internazionali fanno da padrone nelle interazioni politiche, commerciali, ed economiche tra gli stati sovrani, quella del diplomatico diviene una delle figure cardine del panorama mondiale.
Le funzioni principali di un diplomatico sono essenzialmente due: la prima è, tradizionalmente, quella di condurre le relazioni internazionali del Paese; la seconda è quella di fornire servizi agli individui, italiani e stranieri, in patria e all’estero.

La vita del diplomatico è intensamente ricca di compiti e la nostra esperienza all’interno del progetto di IMUN è solo un primo piccolo-grande passo; ma come si diventa diplomatico?
Elementi chiave sono l’impegno e dedizione alle materie giuridiche ed economico-sociali. Esplorando il sito del Ministero Estero per gli Affari Esteri e la Cooperazione Internazionale (MAECI: http://www.esteri.it/mae/it/) si può accedere al bando di partecipazione al concorso per Segretari di Legazione.
Per partecipare al suddetto concorso è necessario avere la cittadinanza Italiana (o doppia); un’età massima di 35 anni, in alcuni casi estendibile a 38; possedere un titolo di laurea nei tre grandi filoni delle scienze politiche/relazioni internazionali, giurisprudenza, economia. Nel caso dI candidati in possesso di titolo accademico rilasciato da un Paese dell’Unione Europea, questi sono ammessi alle prove concorsuali, purché il titolo sia stato equiparato ad uno di quelli indicati dal regolamento.
Vi sembra una sfida impossibile? Non se si è preparati e determinati. La conoscenza dell’inglese e altre lingue straniere, uno spiccato senso di leadership e una particolare destrezza nella risoluzione dei problemi vi porteranno lontano, a conferma delle competenze che si sviluppano partecipando alle simulazioni di United Network. Quindi non preoccupatevi, non è nulla che non si possa raggiungere con il giusto compromesso tra la passione e la costanza.
Non sono da sottovalutare poi i programmi “Young Professionals” o JPO, che offrono a neo laureati di età inferiore in genere ai 30 anni, la possibilità di avere un’esperienza formativa e professionale con enti ed organizzazioni internazionali.
Per chi è ai primi anni di studio universitario, c’è un’occasione da non lasciarsi sfuggire per il post-laurea immediato!
stretta-di-mano.pngSi tratta di un nuovo programma di tirocini presso le Rappresentanze diplomatiche italiane all’estero. Il MAECI, il MIUR e la Fondazione CRUI hanno sottoscritto una convenzione che permetterà agli studenti dei corsi di laurea che consentono l’accesso alla carriera diplomatica di effettuare i tirocini all’estero. I tirocini sono destinati a studenti di corsi di laurea magistrale/ciclo unico afferenti alle seguenti aree: antropologia, archivistica-biblioteconomia, beni culturali, economia, informatica, ingegneria edile, lettere, pianificazione ambientale e urbanistica, psicologia, scienze della comunicazione, scienze della formazione, scienze giuridiche, scienze politiche, sociologia, statistica, storia (moderna e contemporanea).
Ciascun tirocinio ha durata di 3/4 mesi e viene svolto presso le Ambasciate e le Rappresentanze permanenti presso le Organizzazioni Internazionali. Ad ogni studente selezionato viene corrisposto un rimborso spese di 400 euro mensili, metà dei quali a carico dell’Università di appartenenza e metà a carico della Sede ospitante. Nel caso in cui la Rappresentanza diplomatica offra un alloggio gratuito, il rimborso spese ammonterà a 200 euro mensili. La selezione dei candidati viene curata dalle Università partecipanti al programma, in collaborazione con la Fondazione CRUI ed il MAECI. Gli studenti che possiedono i requisiti indicati nella Convenzione possono candidarsi tramite l’apposito applicativo predisposto dalla Fondazione CRUI.

Insomma, chiunque di voi sia interessato alla carriera internazionale, non può farsi sfuggire queste occasioni! Il modo per rimanere informati sulle novità, le opportunità, i concorsi, è visitare frequentemente il sito del MAECI o quello del MIUR. La vita del diplomatico aspetta solamente voi!

Fabiola Ruosi

Isabella Morgia

BIBLIOGRAFIA:

http://www.esteri.it/mae/it/ministero/servizi/italiani/opportunita/al_mae/tirocinio_mae