La Commissione per la prevenzione della criminalità e la giustizia penale, il quale acronimo è CCPCJ, è stata fondata dalla risoluzione 1992/1 del Consiglio economico e sociale, ovvero l’ECOSOC, su richiesta della risoluzione 46/152 dell’Assemblea Generale, come una delle sue commissioni funzionali.

La Commissione opera come principale organo politico delle Nazioni Unite nel campo della prevenzione della criminalità e della giustizia penale. L’ECOSOC ha previsto i mandati e le priorità della CCPCJ nella risoluzione 1992/22, che comprendono il miglioramento dell’azione internazionale per combattere la criminalità nazionale e l’efficienza e l’equità dei sistemi di gestione della giustizia penale.

La CCPCJ offre inoltre agli Stati membri un forum per lo scambio di competenze, esperienze e informazioni, al fine di sviluppare strategie nazionali e internazionali e di individuare le priorità per la lotta alla criminalità.

Nel 2006 ha adottato la risoluzione 61/252, che ha ulteriormente ampliato i mandati della CCPCJ per consentirgli di funzionare come organo di governo dell’Ufficio delle Nazioni Unite contro la droga e il crimine, ovvero tramite la UNODC, e di approvare il bilancio delle Nazioni Unite “Crime Prevention” e “Criminal Justice Fund”, che fornisce risorse per l’assistenza tecnica nel campo della prevenzione della criminalità e della giustizia penale in tutto il mondo.

La CCPCJ si regola con altri organismi delle Nazioni Unite che hanno mandati specifici nei settori della prevenzione della criminalità e della giustizia penale ed è l’organo preparatorio per i Congressi sulla criminalità delle Nazioni Unite. Le dichiarazioni scelte dai congressi sono trasmesse attraverso la CCPCJ e l’ECOSOC all’Assemblea Generale per l’approvazione.

kk

La CCPCJ implementa l’esito dei congressi in azioni concrete attraverso decisioni e risoluzioni, molte delle quali sono raccomandate da parte dell’ECOSOC o, attraverso l’ECOSOC, dall’Assemblea Generale.

Le riunioni della CCPCJ sono regolarmente convocate per fornire orientamenti politici all’UNODC. Verso la fine di ogni anno, la CCPCJ si riunisce in una sessione riconvocata per esaminare questioni di bilancio e amministrative come l’organo di governo del programma di prevenzione della criminalità e giustizia penale delle Nazioni Unite.

Dal 22 al 26 maggio 2017 si è tenuta a Vienna la 26° sessione, nella quale uno dei punti salienti è stata l’adozione di una risoluzione che incoraggia gli Stati membri a garantire l’accesso a misure per la prevenzione della trasmissione dell’HIV da madre a figlio nelle carceri (PMTCT).

Flavia Polizzi