Il movimento #FridayForFuture si presenta a sostegno di Greta Thunberg, la ragazza svedese di 16 anni che da Agosto 2018 sciopera la scuola per andare a manifestare davanti al parlamento svedese.

In un articolo passato abbiamo già parlato di come questa attivista, nel dicembre 2018, si sia recata alla COP24 a Katowice, in Polonia, per esprimere la sua preoccupazione riguardo all’apatia e all’indifferenza dei governi di fronte al cambiamento climatico.

Il suo coraggio e la sua determinazione hanno fatto sì che i suoi discorsi avessero risonanza globale, diffondendosi tra i giovani di tutte le età e nazionalità, ma anche tra adulti ed esponenti di spicco della comunità scientifica.

#FridaysForFuture nasce dunque come un appello inizialmente, ma nel giro di poche settimane si trasforma in un invito all’intera popolazione mondiale, al fine di sensibilizzare le persone e di concentrare l’attenzione dei media e dell’opinione pubblica sui pericoli che affronteremo a causa delle azioni scellerate di questi ultimi decenni.

dcd

La diffusione del movimento è avvenuta in maniera esponenziale ed ha dato origine a numerose manifestazioni di studenti in paesi come Belgio, Germania, Danimarca, USA e Australia, coinvolgendo e portando centinaia di ragazzi per le strade.

In Italia, in particolare, le primissime città a rispondere all’appello di Greta sono state Pisa a Novembre 2018 e Milano a Dicembre 2018.

vbrg

Ad oggi, sorprendentemente, sono più di 100 le città dislocate su tutto il territorio che sostengono le idee di questa giovane attivista, facendo così posizionare l’Italia al secondo posto nel ranking globale del movimento.

Il nostro prossimo obiettivo sarà lo Sciopero Mondiale per il Futuro, che avverrà in contemporanea in tutto il mondo il 15 Marzo.

Le ragioni per partecipare a questo sciopero sono numerose, tra le quali possiamo trovare le ondate di caldo, le alluvioni e gli uragani, spesso fuori stagione, che ogni giorno provocano centinaia di vittime; i continui avvertimenti dei climatologi che da decenni cercano di farsi sentire, costantemente ignorati dall’opinione pubblica; infine, i politici che restano bendati di fronte a questo problema, nonostante esistano soluzioni per arginarlo, come ad esempio l’utilizzo dell’energia rinnovabile al posto dei combustibili fossili.

sdvd

A questo punto, siamo noi giovani a dover fare qualcosa per proteggere il nostro futuro.

Restano solo 11 anni per cambiare la realtà attuale, altrimenti gli effetti saranno irreversibili.

Siamo l’ultima generazione che può fare qualcosa e la prima che ne subirà le conseguenze.

#FridaysForFuture invita dunque tutti, studenti e non, allo Sciopero Generale per l’Ambiente il 15 Marzo 2019.

Sarà una data storica, non mancate!

Martina D’Arco

IMMAGINI:

https://www.mopo.de/hamburg/klima-demo-in-hamburg-tausende-schueler-wollen-neben-greta-thunberg-protestieren-32123610

https://www.instagram.com/p/Bu1EXEqhQHd/

https://www.instagram.com/p/BtoOtSZHS-r/